Seleziona una pagina

Il sondaggio in cui l’arrivo di Conte a guidare il M5Stelle permette ai grillini uno scatto in avanti sul PD creerà non pochi problemi ai giallo/rossi.
Che Zingaretti avesse l’idea di abbracciare il 5 Stelle per controllarli e usarli era scontato, ma che riuscisse a farsi fregare da Grillo no.
La proposta zingarettiana di rendere Conte capo di una coalizione PD/5stelle rendeva inoffensivo Conte, che avrebbe dovuto trattare i due gruppi alla pari, e permetteva di “imbrigliare” i 5stelle.
Ma a Zingaretti, che diciamocelo è anche un po’ sfigato, non è andata in porto neanche questa volta. L’abbraccio fra PD e 5stelle era già di per sé rischioso, l’elettorato del PD ha quella parte movimentista che si sente attratta, ma i 5stelle guidati da Conte sono un competitor vero e proprio.

Voci insistenti parlano in Europa, di un avvicinamento dei 5stelle ai socialisti europei, spero per gli amici socialisti che non sia vero, se dovesse succedere prevedo suicidi rituali di massa fra i reduci Craxiani e non del vecchio PSI.

Ad ogni modo se fossi Conte non starei “sereno”, di solito diventare pericoloso per il PD ha “l’incredibile” effetto di far apparire magistrati che cominciano a scandagliare il tuo passato… e si sa che i Grillini hanno qualche problema psicologico con la giustizia, già con gli avvisi di garanzia si agitano parecchio.

Poi pensiamo al povero Travaglio se dovesse succedere che contestassero una multa per divieto di sosta a Conte, sarebbe la fine di un amore…